Asia

Picture from China parte 2

Finalmente a casa!
Sapete bene quanto adori viaggiare, ma dopo 10 trasferte di lavoro in Cina…come dire, preferirei poter cambiare destinazione?! Si, le ho ricontate tutte mentre ero in volo: il primo viaggio risale all’ottobre del 2007 e da allora ci sono tornata 10 volte. Quando è troppo è troppo ;-)))
Eppure, nonostante la ripetitività di vedere e fare sempre le stesse cose e gli stessi itinerari, nonostante il poco tempo a disposizione oltre agli impegni di lavoro, nonstante la mancaza di Remì che questa volta mi è pesata davvero tanto, quando siamo con i piedi lontano da casa, alla fine si avverte sempre un certo “non so che” .
Cosa ricordo di questa trasferta? Sicuramente quello che abbiamo mangiato. Non per essere sempre a parlar di cibo (anche se questo è un blog di cibo!), ma a fine giornata, dopo aver camminato chilometri in fiera, aver fatto riunioni ed aver sistematicamente saltato a piè pari il pranzo, vi assicuro che mettersi seduti ad una tavola rappresenta una sorta di approdo all’oasi sognata.
IMG_0249
Come sempre, il Ristorante Oggi a Guangzhou era la nostra base sicura: gli chef Nicola e Ivano mantengono sempre un alto livello della cucina ed i loro risotti sono migliori di tanti ristoranti in Italia. Difficile da credere, ma è davvero così. Il mio preferito, è quello con scamorza e tartufo nero…una sera lo abbiamo accompagnato con una bottiglia di un ottimo Negroamaro di Donna Marzia.
risotto scamorza e tartutonegoamaro donna marzia
Ma da Oggi abbiamo ritrovato molti altri sapori di casa…le mozzarelline in carrozza, i tagliolini all’astice, e gli ottimi dolci. Anche il nuovo ristorante in Canton Place, è altrettanto piacevole: stesso menu, tavoli all’aperto in una piazza tranquilla e riparata dal traffico, che non diresti mai di essere a Canton.
mozzarella in carrozzatagliolini all'astice
tortino al cioccolatocheese cake
Questa volta, dato che ci siamo mossi per lo più con la metro, abbiamo anche scoperto camminando un lato inedito sullo street food di Canton…non ho avuto il coraggio di assaggiare niente, mi sono solo limitata a fotografare: il banchino delle ostriche gratinate, la signora con i cesti della frutta fresca, il negozio con le torte di compleanno (che parevano di plastica!) e il classico baracchino che cucina non si sa bene cosa, dall’odore molto improbabile…
steet oyster Guangzhoustreet fruit Guangzhou cake shop Guangzhoustreet food Guangzhou
L’aperitivo, qui si fa rigorosamente con una birra TsingTao ghiacciata e le noccioline allo wasabi, che io adoro!
Tsing tao beerWasabi peanuts
In fiera, ci siamo arrangiati ricorrendo ad un sano spirito di sopravvivenza: un kinder bueno ed una Coca Zero per pranzo, in attesa del bicchierino di prosecco e taralli allo stand di un collega italiano…
kinder bueno e coca zero cinesiprosecco e taralli
Una nuova piacevole scoperta è stato il ristorante francese Orient Express: nella piacevole zona di Shamian Island, abbiamo gustato ottimi piatti sia di terra che di mare, dal crostino di fois gras, al misto di tartare, fino al gustoso riso venere con capesante. Il tutto, accompagnato da un freschissimo Pinot Blanc rigorosamente francese.
fois gras Orient Express GuangzhouTartare Orient Express Guangzhouriso venere e capesante Orient Express GuangzhouPinot Blanc Orient Express Guangzhou
E prima di salire sul volo che ci riporta a casa, un breve giro nell’IFC Mall ad Hong Kong, dove non mancano certo negozi in tema food: dai bellissimi wineshops, a Godiva, fino al mio preferito, il profumatissimo TWG Tea shop…mi son dovuta davvero trattenere, ma i prezzi proibitivi hanno frenato anche una food addicted come me, della serie “quando è troppo è troppo”!
TWG tea IWC mall Hong KongTWG tea
Una frase che cattura la mia attenzione nella vetrina di una libreria del mall…
Life is short
…e poi l’ultimo drink prima di salire a bordo, nella confortevole lounge The Pier di Cathay Pacific…finalmente verso casa con la mia nuova LV che mi sono fatta di regalo in questo viaggio 😉
Drink Cathay Launge Hong Kong AirportLius Vitton Bag

0 thoughts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *