Non categorizzato

Zuppa di halloween con zucca, carote e ragnatela di balsamico

Dolcetto o scherzetto? No, per me zuppa, ma non una qualunque, la zuppa di halloween con zucca, carote e ragnatela di balsamico.
Un modo diverso di celebrare la festa della zucca Jack O’Lantern, facendola diventare una cremosa zuppa, dolce e vellutata grazie alle due verdure arancioni (zucca e carota) e con una nota acida e pungente dell’aceto balsamico di Modena IGP, che disegna una bella ragnatela nel piatto.
Realizzarla è semplicissimo: dovete procurarvi della zucca gialla (adesso in piena stagione), del porro e delle carote. Si prepara così (per 4 persone):
350 gr. di zucca gialla
200 gr. di carote
1 porro
brodo vegetale
sale, pepe, olio extravergine
Aceto balsamico di Modena IGP
(volendo si possono abbinare tocchetti di pane tostato oppure pancetta a cubetti croccante)dsc_0699
In una grande padella fate imbiondire il porro affettato sottile con un paio di cucchiaio di olio. Quando sarà appassito, aggiungete la zucca e le carote pulite e tagliate a cubetti, lasciate rosolare, poi aggiungete un pò di brodo e fare cuocere dolcemente finché le verdure non saranno morbide.
A questo punto, toglietele da fuoco e passatele al un mixer fino ad ottenere una crema liscia e vellutata. Regolate di sale e pepe e servite in delle scodelle fonde. Sulla superficie disegnate una ragnatela con l’aceto balsamico di Modela IGP, realizzarla è semplice: fate dei cerchi concentrici a partire dal centro verso l’esterno. Prendete poi uno stecchino e partendo dal centro disegnate delle linee verso i bordi esterni. In questo modo si formerà una bela ragnatela nel piatto.
Happy Halloween!
dsc_0694

2 thoughts

  1. Bellissimo piatto!!

    • Chiara Brandi Author

      Semplice ma quel decoro di ragnatela gli regala solo gusto ma anche quel tocco in più di originalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.