Eventi

Una Viareggio inedita: Versilia Blog Tour #2

La scorsa settimana ho avuto il piacere di partecipare al Versilia Blog Tour, un evento destinato a blogger italiani e stranieri organizzato da Serena Giovannoni di Wish Versilia. Ho conosciuto Serena al blogtour di Pietrasanta nello scorso dicembre, organizzato all’interno dell’evento DonnaèWeb  di cui avevo parlato qui. Anche questa volta, è stata un’esperienza davvero interessante ed un’occasione per scoprire un lato inedito di un luogo che conosco molto bene (o almeno credevo): Viareggio.
piazza mazzini viareggio
Ritrovo e partenza con gli altri blogger, italiani e non, dalla centralissima piazza Mazzini: il mare con un’aria ancora “invernale” ha sempre il suo fascino…
Iniziamo il tour: direzione Villa Borbone, un gioiello racchiuso nella pineta di levante sconosciuto alla maggior parte dei turisti, ed è un vero peccato. La villa si rivela piano piano, camminando nel parco sonoro, mentre la musica di Mozart galleggia nell’aria. Le note classiche animano il giardino creando un’atmosfera quasi irreale, camminare tra l’erba e le palme con la musica intorno, una bellissima sensazione.
villa borbone viareggio
Questa residenza, inizialmente nata come casa di caccia per la duchessa di Lucca Maria Luisa, fu per secoli dimora privilegiata della famiglia Borbone, che qui veniva a trascorrere le vacanze e momenti di relax. La piccola cappella attigua alla villa, dove ancora riposano le spoglie dei discendenti della nobile famiglia, è un piccolo gioiello di marmo bianco con un cielo blu stellato.
cappella villa borbonecappella mausoleo Borbone
Proseguiamo verso il mare, che si trova solo al di là della pineta: basta una bella camminata in un paesaggio che sembra un bosco di mangrovie per arrivare a mettere i piedi nella sabbia della spiaggia della lecciona: qui le dune nascondono poco più in là una spiaggia deserta, dove incontriamo solo un solitario pescatore di arselle.
dune spiaggia di viareggio
spiaggia della leccionapescatore di arselle
Torniamo verso il porto, dove i pescatori locali ogni mattina scaricano il pesce che pescano nella notte e lo vendono direttamente; qui incontriamo Moreno, che ogni giorno esce in mare, così come faceva suo padre e suo nonno ed ancora oggi porta avanti la tradizione di famiglia, seppur con qualche innovazione, come, ad esempio, le uscite di pesca sportiva. E mentre Moreno parla, noi blogger fisse a twittare, fotografare, instagrammare…
Pescatore di viareggio

Toomuchvale e Forchettingiramondo
Toomuchvale e Forchettingiramondo

Finalmente, arriva l’ora del pranzo e ci spostiamo al ristorante La Posteria dove la giovane chef Federicaci fa una dimostrazione su come sfilettare a regola d’arte il pesce fresco: dal pesce azzurro fino alla tracina ed al torpedine…visto dalle sue mani sembra di una semplicità estrema…poi ci proviamo noi e non è esattamente lo stesso risultato!
ristorante la posteria viareggiofederica chef la posteriapesce azzurrosfilettare il pesce
Dopo un ottimo pranzo a base di pesce, accompagnato dai vini dell’Az. Agricola Carmignani Enzo di Montecarlo, proseguiamo il nostro tour alla scoperta della Viareggio Liberty. Incredibilmente, scopro piccole perle a cui non avevo mai fatto caso: basta passeggiare nel quartiere Marco Polo per trovarle uno dopo l’altra, piccole villette con dettagli architettonici di notevole valore, ciascuna segnalata da discreti cartelli all’esterno degli edifici che ne spiegano brevemente la storia.
villa liberty viareggiovilla liberty viareggio
Quasi tutte sono oggi dimore private, per cui non visitabili, eccetto l’Hotel Villa Tina, ex residenza estiva della famiglia Manetti (quelli del borotalco), oggi perfettamente mantenuta con gli arredi d’epoca e delle meravigliose vetrate dai mille colori.
vretrata liberty hotel villa tina viareggio
La giornata si conclude in un’altro edificio simbolo dello skyline del lungomare viareggino: il Principe di Piemonte, oggi hotel di lusso con una vista ineguagliabile sul mare, ed una terrazza mozzafiato dove possiamo godere un aperitivo mentre il sole tramonta lento all’orizzonte…
viareggio sunset from Principe di piemont roof terrace

3 thoughts

  1. Francesca Author

    Deve essere stata dura fare le foto con quella luce lì….vista che bella la Lecciona? quando ci portate Alberto che si va insieme?

  2. martina Author

    Articolo interessante e colgo l’occasione per complimentarmi per questo sito! veramente ben fatto e con tanti articoli utili!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.