Dolci

Panzanella dolce con pesche e vino

Ripropongo oggi una ricetta già apparsa sul blog due anni fa, ma che in estate torna sempre di attualità, perché è un dolce fresco, leggero e fatto con la frutta di stagione. E’ la panzanella dolce con pesche e vino. Alzi la mano chi da bambino non ha mangiato le pesche condite con lo zucchero ed un goccio di vino rosso. A me ricordano irrimediabilmente le cene d’estate al mare. Io le ho trasformate in panzanella, un piatto poverissimo della tradizione toscana fatto con gli avanzi del pane secco, poi ammollato in acqua ed, in questo caso, anche nel vino. Le pesche con lo zucchero diventano un condimento semplice ma carico di gusto e dolcezza.Pesca Regina di Londa
E adesso che siamo nel pieno della stagione della pesca regina di Londa, diventa naturale prepararla a casa, con queste pesche pregiate a polpa bianca che rendono così bene questo piatto. Tra pochi giorni ci sarà una bella festa per celebrare questa particolare qualità di pesca tutta toscana, la cui storia si perde nei secoli passati, quando ai tempi dei Medici vennero introdotte nei “pomari” delle ville toscane.
Nel comune di Londa, nel cuore del parco delle Foreste Casentinesi, nasce questa particolare qualità, di cui si custodiscono gelosamente gli alberi che a fine estate producono questi frutti saporiti e profumati.
In onore delle pesche regina di Londa, ripropongo quindi la mia panzanella dolce, dove il pane è messo in ammollo nel vino Savignore rosso, un vino della zona di Faenza prodotto con uve centesimino, profumatissimo con note di frutti di bosco e uva fragola. Se la frutta sostituisce le classiche verdure dell’orto, gli amaretti sbriciolati recuperano quella nota croccante e completano l’armonia del piatto.
Panzanella dolce alle pesche
Per prepararla occorre anzitutto del pane di tipo toscano, ovvero senza sale e con la mollica compatta. Per circa 6 coppette bastano 250gr. di pane raffermo. Iniziate mettendolo a mollo tagliato a pezzi in metà acqua e metà vino rosso, come il Savignore rosso. Mentre assorbe bene il liquido, preparate le pesche, ne servono tre di media grandezza, meglio se la Regina di Londa, oppure altre qualità a polpa bianca. Pulite bene la buccia e poi tagliatele a piccoli tocchetti. Riunite tutto in una ciotola ampia. Iniziate quindi a strizzare il pane di modo che perda tutto il liquido in eccesso, e spezzatelo con le mani direttamente nella ciotola della frutta. Aggiungete tre cucchiai di zucchero aromatizzato con della scorza del limone. Infine, aggiungete 8 amaretti sbriciolati ed amalgamate il tutto molto bene. Si lascia riposare in frigo per almeno un paio di ore, poi si serve cospargendo la superficie con della granella di zucchero aromatizzato.
Festa Pesca regina di Londa
La festa delle Pesca Regina di Londa si terrà nell’omonimo paese dal 9 all’11 settembre, se siete nei paraggi, non perdetevi l’occasione per assaggiare questa bontà. Potete trovare tutte le info sulla pagina facebook dell’evento e sul sito internet del Comune di Londa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.