Italia

Uno spaghetto con le sarde

Parti pensando che su un’isola troverai solo piatti di pesce, torni avendo scoperto un mondo molto più complesso e variegato. L’Isola d’Elba, dal punto di vista gastronomico, è davvero un'”isola felice”. Qui nei secoli si sono incrociati popoli provenienti dalle varie regioni d’Italia e da molti paesi del bacino del mediterraneo, tanto da contaminare i suoi piatti in modo davvero ricco e originale: oggi troviamo ricette che richiamano la vicina Toscana, ma anche la Liguria e la Sicilia, fino ad arrivare ad incursioni provenzali e spagnole. Parlando con la mia amica Bianca, di origini elbane DOC, mi spiegava che i piatti tipicamente locali sono alla fine pochi: come il polpo all’elbana, gli spaghetti alla margherita (ovvero alla granseola – di cui vi parlerò sotto), la schiacciata briaca e pochi altri. Io ho apprezzato molto un piatto che probabilmente non è così originale del luogo, con un chiaro influsso siciliano, ma che lascia sempre molto soddisfatti al palato: la pasta con le sarde.

pasta con le sarde
La si trova un pò ovunque sull’isola, ma pare che la cittadina “madre” per questa ricetta sia Marciana Marina, dove tradizionalmente l’attività dei pescatori del suo porto ha portato a sviluppare una cucina di pesce, povero e azzurro, di cui questo mare è ricco.
Quando non siete al mare, oppure fuori stagione, un’ottimo pesce in scatola può essere la soluzione: sempre pronto anche quando torni a casa tardi e la pescheria è inevitabilmente chiusa…ovviamente, se vi trovate al mare ed al porto i pescatori hanno le sarde fresche, il risultato sarà ancora più sorprendente (basterà cuocere di più il pesce nella base di sugo al pomodoro). Si preparano così (per 4 persone):
400 g di spaghettini
150 gr di pomodorini maturi (pachino o piccadilly)
olio extra vergine di oliva, sale, prezzemolo, aglio
due confezioni di sardine sott’olio, per me Angelo Parodi (se vi piace, usate una confezione di sardine piccanti per un gusto più deciso)
due manciate di pinoli sgusciati

Mettete a bollire l’acqua per la pasta con poco sale e non frattempo preparate la salsa. In una padella ampia versare 3 cucchiai di olio e tre spicchi di aglio e fare soffriggere dolcemente; aggiungere quindi i pomodorini tagliati a spicchi e fare rosolare per qualche minuto, finché non si saranno leggermente appassiti. Aggiungere prima i pinoli e girare bene, poi le sardine a cui avrete rimosso la pelle e la lisca facendo attenzione a non romperle. Lasciare a fuoco bassissimo dopo aver spolverato con del prezzemolo tritato finemente.

E mentre vi gustate la ricetta, leggetevi qui i miei consigli sulle cose da non perdere all’Isola d’Elba…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.