Dolci

Lo zuccotto alla pratese

Oggi si apre ufficialmente la prima edizione di EatPrato, la manifestazione dedicata alle eccellenze enogastronomiche del territorio pratese di cui vi ho parlato qui. Ho voluto elaborare una ricetta che rendesse omaggio ad alcuni prodotti del territorio e ho creato uno zuccotto alla pratese. Un dolce tipicamente e storicamente fiorentino, dalle antichissime origini che lo legano alla corte dei Medici (altrimenti detto anche Elmo di Caterina, in onore a Caterina de’ Medici, appunto). Variando alcuni ingredienti, ho realizzato una versione pratese: il Pan di Spagna è fatto con farina Gran Prato, il Vermouth bianco di Prato al posto dell’Alkermes, i biscotti al posto della meringa all’italiana…spero che i Gelatieri Artigiani Fiorentini non me ne vorranno, è una variazione sul tema, che ho preparato in questo modo.
Zuccotto alla pratesePer il Pan di Spagna, ho seguito una mia vecchia ricetta utilizzando la farina Gran Prato del Molino Bardazzi di Vaiano.
Per il ripieno:
250gr di ricotta vaccina freschissima
250ml. di panna liquida
5/7 biscotti di prato
canditi artigianali (arancia, ciliegia, cedro)
vermouth bianco di Prato
Zuccotto pratese
Preparate il Pan di Spagna il giorno precedente e lasciatelo una notte coperto con un panno ad asciugare. Successivamente, tagliatelo a fette regolari ed inzuppatele in una bacinella con due dita di vermouth bianco.
Foderate con queste fette una forma da zuccotto di alluminio di modo che sia completamente ricoperto. Fate riposare in frigorifero nel mentre che preparate la crema.
Montate la panna a neve ben ferma, non zuccheratela. Setacciate bene la ricotta ed aggiungete un paio di cucchiai di zucchero ed i biscotti di prato sbriciolati (potete farlo a mano con un mortaio, oppure con un mixer). Amalgamate bene, aggiungete anche i canditi tagliati a pezzettini piccoli e aggiungete infine la panna.
Zuccotto con ingredienti pratesi
Con questa crema, andate a riempire lo stampo da zuccotto e lasciate un pò di spazio sulla superficie per chiuderlo con altre fette precedentemente inzuppate nel vermouth.
Chiudete bene con una pellicola trasparente e riponetelo in freezer per almeno un’ora.
Prima di servirlo, riportate lo zuccotto a temperatura ambiente e decorate con canditi e qualche scaglietta di cioccolato fondente.
Zuccotto al vermouth di prato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.