Londra

Lo street-food londinese: il Fish&Chips

Ciascun paese ha il suo cibo di strada: a Firenze abbiamo il mitico “panino al lampredotto“, a Parigi la baguette da portare sotto braccio, ad Atene il pita-giros, a Monaco il brezel, a NY si può scegliere tra un hog-dog o un bagel, e potrei continuare all’infinito…


A Londra, l’indiscutibile re del cibo take-away da mangiare per strada, nel parco, in metro è il Fish&Chips.
Quel gustoso cono pieno di patatine fritte e pezzetti di pesce, quasi sempre merluzzo, impanato e fritto, spesso molto unto, poco salutare ma infinitamente buono. Rigorosamente da accompagnare da una pinta di Ale ghiacciata.
Quando ero a Londra lo compravo spesso, se non altro perchè aveva il vantaggio di costare poco e di saziare molto, e nell’economia di uno studente non è cosa da poco! Si trovavano ovunque: nei negozietti di fish&chips veri e propri che sono ad ogni angolo, da prendere e mangiare “to go” dove ci si trova, oppure in un pub tradizionale, comodamente seduti su uno sgabello, dove non potrà mai mancare nella lista del menu.

Spesso, a casa mia, il fish&chip risolve la cena: si prepara in pochissimo tempo, piace a tutti, grandi e piccini, ed è anche economico perchè si usa pesce “povero”. Infine, essendo cucinato in casa con un buon olio, non fa male, anzi, è un piatto unico e completo.
Per prima cosa, il pesce: io uso quasi sempre i filetti di pesce persico, che taglio a quadretti; va bene anche il merluzzo, oppure, se volete una versione più raffinata, un filetto di cernia. Basta che sia un pesce “carnoso” e con dei filetti sufficientemente grandi da poterne ricavare dei tocchetti. Una volta tagliato il pesce, lo impanate: io preferisco una panatura “leggera” senza uovo, passando direttamente il pesce nella farina di mais, facendola aderire bene su tutti i lati. In questo modo rimane una panatura croccante che non appesantisce senza il passaggio nell’uovo. Infine, si butta tutto in abbondante olio caldo bollente (io preferisco sempre quello di mais). Quando saranno belli dorati, li mettere a sgrondare su una carta assorbente e li salate molto bene. Nel frattempo, friggete le patatine: io, per mancanza di tempo, finisco sempre per utilizzare quelle congelate del supermercato, che faccio cuocere in forno per farle un po’ più light. Per fare le cose per bene, si dovrebbero ricavare delle chips dalle patate a pasta gialla, affettandole con il pelapatate in modo da avere delle fettine molto sottili, per poi cuocerle in abbondate olio.
Potete accompagnarlo con mille salsine diverse: maionese al curry, salsa tartara, ketchup, senape, etc… In ogni caso, alla fine avrete un piatto unico che regalerà sorrisi a tutta la tavola e che difficilmente rimarrà nel piatto!

0 thoughts

  1. Alina Oggi Author

    uh che voglia di tornare a Londra!!!!!

  2. velia Author

    Io adoro il food street….voglio io kebab!!!! mi manca troppoooo.Comunque il tuo blog mi piace, questo sile urban newyokese…..BRAVA CHIARA!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.