Dolci

La Torta Tenerina della Boscolo Etoile

Vi avevo già raccontato la bella esperienza del mio corso di cucina alla scuola Boscolo Etoile a Tuscania in qualche post fa. Sono tornata da quell’esperienza carica di alcune fantastiche ricette sul cioccolato che non vedo l’ora di condividere con voi. Dopo la strepitosa bavarese ai tre cioccolati, vi voglio regalare un altro buon consiglio, la Torta Tenerina. Una torta che viene definita “da colazione”, ma che è talmente buona, soffice e raffinata che secondo me sta benissimo anche come dessert da fine pasto, magari accompagnata da una crema o mousse. E siccome il corso sul cioccolato è stato il pretesto per una mini-vacanza nella zona della Tuscia viterbese, vi lascerò anche qualche buon consiglio di viaggio. Ma partiamo dalla torta tenerina al cioccolato.
Torta Tenerina cioccolato Boscolo Etoile
Si tratta di una torta sofficissima, fatta senza lievito ma con i soli albumi montati, cioccolato e burro. Vi assicuro che è di una semplicità e bontà davvero incredibile, una di quelle ricette da tenere sempre a portata di mano per fare la massima impressione con il minimo sforzo. Unica pecca, a mio parere, è la quantità di burro che la rende non proprio “dietetica” per la colazione di tutti i giorni; probabilmente facendo qualche esperimento con l’olio in sostituzione, perderà in sofficità ma potrebbe avere comunque una buona resa, con un migliore bilanciamento dei grassi. Ad ogni modo, la ricetta originale, è questa (per una tortiera da 16cm di diametro):
100 gr. di cioccolato fondente
65 gr. di burro
65 gr. di zucchero semolato
40 gr. di uova intere (circa 1 uovo di piccole dimensioni)
50 gr. di tuorlo
70 gr. di albume
35 gr. di farina (220W oppure 25 gr. di fecola)
Torta Tenerina Boscolo Etoile
Iniziate sciogliendo il cioccolato a bagno maria (oppure nel microonde) e separatamente il burro “a pomata”, ovvero finchè non ha raggiunto una consistenza morbida, come una crema, non sciolto. Unire poi questi due in una ciotola e mescolare bene finchè non saranno completamente amalgamati. Aggiungete quindi i tuorli e le uova intere. Montate a neve ben ferma i tuorli con lo zucchero (sono pronti quando prendendone un ciuffo con un dito e premendolo con il pollice, rimane come un becco). Unite quindi gli albumi stando attenti a incorporarli delicatamente dall’alto in basso ed infine la farina. Mettete il composto nello stampo precedentemente imburrato e infarinato e far cuocere a 180 °C per circa 20/25 minuti (rimane sempre valida la prova dello stecchino ma attenzione a non aprire troppo presto il forno).
Si serve con una semplice spolverata di  zucchero a velo, oppure per una versione più completa, con una pallina di gelato o anche un pò di crema al mascarpone credo che si starebbe molto molto bene.Torta tenerina impasto
Provatela…e poi fatemi sapere! Non ne rimarrete delusi.
Se invece avete in previsione di fare un giro nell’alto Lazio, la zona della Tuscia Viterbese offre dei luoghi davvero interessanti e poco conosciuti, leggere qui i miei consigli di viaggio.

0 thoughts

  1. Valentina Author

    Anche io preparo una torta simile alla tua solo che invece di usare la farina polverizzo gli oro saiwa…è buonissima!!!
    http://www.campiflegrei.na.it/index.php/category/gastronomia/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.