Dolci

La Lemon Cake

Ho sempre trovato qualcosa di estremamente confortante nei dolci inglesi.
Sarà perchè li associo ad una tazza di tè caldo immersa in una comoda poltrona mentre fuori piove. Sarà perchè sono sempre così soffici e morbidi. Sarà perchè quando abitavo a Londra, l’idea di rifugiarmi in una fetta di cake, di qualsiasi gusto e sapore, ha sempre funzionato meglio di qualsiasi altro rimedio per superare i momenti di nostalgia di casa.
La domenica mattina, quando abitavo a Notting Hill, mi piaceva prendere l’autobus per Kensington Church St. e proseguire fino a Knightsbridge da Harvey Nichols, salire fino all’ultimo piano nel Food Market e perdermi tra quei meravigliosi vasetti di prelibatezze di ogni parte del mondo, tra i ricercati utensili da cucina e tra i preziosi libri di ricette. Prima di tornare a casa per pranzo, non potevo resistere dal prendermi una fetta di torta: un fantastico Orange Cake, un sofficissimo Lemon Cake, oppure,un ottimo Carrot Plum-Cake. E la nostalgia della domenica passava in un baleno!

Così, quando venerdì scorso ero indaffarata a preparare le valige per partire, ho pensato che avrei dovuto trovare una mezz’ora di tempo per preparare una Lemon Cake da lasciare a Ms.Ego ed a Remì per colazione.
Non sono mai stata troppo brava con le parole, mi risulta sempre molto più semplice esprimere i miei stati d’animo e sentimenti con i gesti e con i fatti. In quel momento, la Lemon Cake era un atto di amore che per me significava: devo lasciarvi, ma qui con voi ci sarà una fetta di dolce per farvi iniziare bene la giornata e farvi passare la nostalgia della mia lontananza.

Coincidenza ha voluto che qualche giorno prima avessi letto la ricetta di Afrodita, e così era giunto il momento giusto per provarla! La ricetta è molto semplice e veloce ed il risultato ottimo: una torta soffice e ben lievitata, leggera e delicata (anche perchè avevo solo metà dose di burro, quindi ho inevitabilmente fatto una versione light!). Ecco qui la ricetta di Afrodita a cui mi sono ispirata:

320 gr. di zucchero
3 uova
la buccia grattugiata di due limoni
350 gr. di farina
1 cucchiaino e mezzo di lievito
1 cucchiaino di sale
250 ml di latte intero
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
100 gr. di burro sciolto
per lo sciroppo: il succo di un limone, 50 gr. di zucchero semolato

Riscaldate il forno a 170°. Mescolate con le fruste lo zucchero, le uova e la scorza di limone. A parte mescolate gli ingredienti secchi: farina, lievito e sale. In un pentolino, mescolate il latte e la vaniglia. Aggiungete gli ingredienti secchi e quelli liquidi al composto di uova un po’ alla volta, alternandoli. Alla fine unite il burro.
Versare in una teglia imburrata e cuocete per circa un’ora.
Per lo sciroppo: scaldare in un pentolino lo zucchero con il succo di limone. Quando la torta è ancora calda, nel suo stampo, irrorala con il liquido, fate raffreddare e sfornate.

0 thoughts

  1. Antonella Author

    Sono contenta che ti sia piaciuta 🙂 non vedo l’ora di tornare a Londra … Questa volta voglia ‘testare’ la Primrose Bakery e voglio concedermi un vero “afternoon tea’

    • Ottima davvero, poi si mantiene piu’ giorni bella morbida! Pare sia ottimo, sebbene costoso, anche il te’ al Four Season di Firenze…magari facciamo un raduno di food blogger fiorentine, ci fanno lo sconto ;-))

  2. Lale Author

    la voglio preparare subito!!!

  3. Francesca Bertolucci Author

    La preparo anche io e nel frattempo ti mando tramite Mr Ego qualche bel limone del mio albero, totalmente bio 😉

  4. Francesca Bertolucci Author

    Arrivano! a proposito, mai soprannome fu più azzeccato! sei un genio 😉 ahahahaha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.