Piatti Unici

Il pollo al curry di Maya Beach

Il viaggio in Tailandia è l’ultimo che abbiamo fatto prima che nascesse Remì.
L’ultimo con un solo trolley a mano come bagaglio, l’ultimo con una lunga lista di cose da vedere che immancabilmente torna a casa con solo poche righe depennate, l’ultimo in cui chi sa quando si mangia e se si mangerà, in cui qualsiasi mezzo va bene basta che costi poco, e con una sola cosa veramente necessaria: una crema protettiva per il sole. Per tutto il resto, ci si può arrangiare. Un viaggio che nella mia mente sarà per sempre “il” viaggio fatto “prima di“.

Un viaggio alla scoperta di un paese che se dovessi definirlo con poche parole, direi “naturalmente selvaggio“. Quelle spiagge così belle nella loro verginità, quell’acqua di un trasparente con mille sfumature blu-verdi-azzurre, quella vegetazione così ricca ma anche ben definita tanto da far sembrare qualsiasi scorcio un set da cartolina.

Nel nostro giro, nonostante la fama di luogo turistico, non abbiamo potuto rinunciare ad un’incursione a Phi Phi Island. Dalla nostra base a Krabi era ben raggiungibile, un blitz di una notte, solo una borsa con l’essenziale con noi per essere liberi di girare a nostro piacimento. In effetti l’isola è minuscola ed il centro del paese un dedalo di vicoli zeppi di alberghi, pensioni, ostelli, bar, negozi e baracchini con tutto ciò che si può vendere. Non posso dire che sia da cancellare dalla lista dei miei preferiti, onestamente, ci tornerei anche volentieri per respirare quell’atmosfera di vero cosmopolitismo, tranquillità e divertimento, spirito libero e hippy, che raramente ho respirato in altri luoghi (…forse il ricordo del film “The beach” non aiuta ad essere obbiettivi però!).

E dall’isola maggiore di Phi Phi, è d’obbligo fare un’incursione a Maya Beach, “the” beach. Turistica o no, sfido chiunque a dire che quella baia non è incantevole, con i riflessi verdi smeraldo dell’acqua e quella scenografia di montagne e palme mozzafiato. Noi siamo riusciti ad unirci ad un gruppo che partiva con una barchina nel pomeriggio, con annessa cena thai sulla baia. Rimanendo solo una notte, non avevamo altra alternativa, ma devo dire si è rivelata una vera fortuna: a sera non ci sono tutti gli altri tour che scaricano centinaia di turisti, per cui ci siamo goduti la baia di Maya quasi deserta, al tramonto, con la musica di sottofondo. Che altro desiderare?

Magari un piatto di un buon pollo al curry! Non a caso gli organizzatori avevano pensato anche a quello per farci fare “l’aperitivo” prima di rientrare. Devo dire che questo piatto, cucinato alla maniera thai, è super-gustoso e nelle varie gite turistiche te lo rifilano sempre, per cui è una sicurezza, difficilmente rimarrete con la fame!

Per rifarlo a casa, serve solo un ingrediente segreto: il latte di cocco. Se lo trovate (negli ipermercati o nei negozi etnici), provate questa ricetta e non rimarrete certo delusi.
Per 4 persone:
4 petti di pollo (tagliati a tocchetti)
1 cipolla bianca
curry
farina
latte di cocco e un pò di brodo vegetale

Iniziate facendo imbiondire a fuoco basso la cipolla, successivamente unite il pollo infarinato e fatelo imbiondire a fuoco vivo. Unite il curry (in base al vs gusto, potete metterne più o meno) e allungate con un pò di brodo perchè non si attacchi.
Quando vedete che sono a ca. metà cottura, aggiungere una confezione di latte di cocco e finire di cuocere.
Si accompagna molto bene con del riso thai semplicemente bollito.

Leggi qui i miei consigli di viaggio per Tailandia e PhiPhi Island.

0 thoughts

  1. Francesca Bertolucci Author

    Io Chiara sulla spiaggia di notte alle Phi Phi però ci ho trovato dei ben poco romantici granchi grossi così e ho finito per saltare a cavalcioni sulla schiena del mio prode cavaliere urlandogli isterica di portarmi in salvo :-))))

  2. elisa Author

    sono in partenza… un paio di settimane e sarò anch’io a girare tra arabi e phi phi island!
    ho preso appunti!!!
    grazie
    ciao
    elisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.