Italia

I sedanini dal sapore del Trentino

Come vi ho scritto qualche giorno fa, lo scorso fine settimana ci siamo potuti finalmente godere due giorni di vacanza sulla neve.
In realtà, ne abbiamo trovata ben poca, ma considerando che per Remì era il primo incontro ravvicinato con la neve, quella artificiale che c’era a fondo pista è stata più che sufficiente!
Partenza venerdì pomeriggio, destinazione Folgaria, basso Trentino.

Un delizioso borgo tipicamente trentino, con la fontana di Heidi nella piazza del paese e la tipica torre della chiesa. Si raggiunge comodamente via autostrada, offre un’ampia scelta di hotel, ed è una meta accogliente anche per chi non passa il tempo a sciare, ma soprattutto, offre prodotti gastronomici d’eccellenza.

All’arrivo, il venerdì  sera, il ristorante dell’hotel ci accoglie con un menu’ speciale a base di piatti tipici. E’ un ottimo inizio: antipasto di carne salada con insalatina di cavolo, bigoli al ragout di cervo, coscio di maiale al forno con salsa di miele e, per concludere, strudel. E lì abbiamo capito che la scelta era stata azzeccata!
E tra una mattinata passata a giocare nella neve, una passeggiata per il corso del paese ed una cioccolata calda, il fine settimana scorre via regalandoci un “viaggio in miniatura” di cui avevamo proprio bisogno. Torniamo a casa con una valigia piena di bontà locali che ho scovato in una piccola bottega del paese in cui è stato difficile trattenersi per non comprare quasi tutto!

Così ieri sera, per cena, ho utilizzato quell’ottimo speck e la toma stagionata d’alpeggio in abbinamento alla zucca gialla che avevo a casa: esperimento ben riuscito! La cremosità e la dolcezza della zucca ha ben bilanciato il gusto deciso dello speck e del formaggio. Risultato: anche Remì ha spazzolato il piatto con soddisfazione!


Ecco la mia ricetta (per 2 persone):

180gr di pasta corta (sedanini, pennette o conchiglie)
200 gr di zucca gialla
100 gr di speck in fette spesse
100gr di toma stagionata
olio ev, sale, pepe, aglio e salvia

Per prima cosa pulite la zucca e tagliatela a cubetti che andrete a far stufare a fuoco vivo in una padella con uno spicchio di aglio e della salvia. Aggiungere del brodo vegetale, se necessario.  Mentre cuoce la zucca, mettere a bollire l’acqua per la pasta ed affettare a listarelle lo speck, che andrete ad aggiungere speck in padella alla zucca. Quando la pasta sarà cotta, scolarla tenendo da parte un po’ di acqua di cottura, e ripassarla in padella con la zucca, che nel frattempo si sarà disfatta fino a diventare quasi una crema. Aggiungere il formaggio grattugiato e mantecare bene, eventualmente aggiungendo un po’ di acqua di cottura se fossero un po’ asciutti.

Leggi qui i miei consigli di viaggio a Folgaria.

0 thoughts

  1. emilio gheser Author

    Ciao,
    sono Emilio Gheser della Baita del Gelato, volevo ringraziarti per l’apprezzamento. Mi ha passato l’indirizzo la società impianti.
    Ancora grazie Emilio

  2. De Gustibus Author

    Ciao siamo della De Gustibus, ci uniamo ai ringraziamenti della Baita del Gelato, speriamo di vederci qui in Folgaria successivamente.
    Grazie per averci preferito.
    A presto..

    per info:
    http://www.de-gustibus.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.