Dolci

I Donuts

Ho sempre adorato quelle ciambelline tonde, lucide e colorate, perfettamente glassate e guarnite con zucccherini colorati, granella, cocco e quant’altro. Uno dei comfort food per antonomasia che gratifica non solo il palato ma anche la vista per la loro oggettiva graziosità.

Li ho sempre mangiati all’estero, a Londra soprattuto, dove li ho scoperti per la prima volta. I vari Dunkin Dunuts sono spesso stati un’ancora di salvezza nei momenti di sconforto. Quello di Piccadilly, era quasi una tappa obbligata all’uscita dalle lezioni di inglese al Westminster College a Soho. Quando si andava con la classe a bere ad un pub, potevo resistere al richiamo dei donuts, ma quando tornavo subito a casa, erano una consolazione perfetta prima di andare a letto.

Non so dire come mai non mi sia mai venuto in mente di rifarli a casa. Credo siano più di 10 anni che non ne mangiavo uno!
Poi mi è capitata sotto mano una di quelle piastre per cuocerli (la sorella di quella con cui la scorsa settimana ho fatto i cakepops) ed allora non ho resistito al loro richiamo!

Prepararli è veramente semplice: basta fare una pastella come impasto e versarne un cucchiaio nelle formine della piastra, chiudere….e dopo due minuti due sono pronte! Tonde, perfette e morbidissime.
Quando sono fredde, si possono decorare, con quello che la fantasia succerisce: io ho fatto una ganache al cioccolato amaro ed ho delicatamente “tuffato” un lato nella salsa di cioccolato. Per il topping, ho preferito la versione allegra e colorata con le codette di zucchero, ma anche le scagliette di cocco od una granella di nocciole possono essere delle valide alternative.

Per la ricetta dell’impasto, mi sono ispirata alla ricetta di Sonia di Oggipanesalamedomani…, un blog che adoro e che leggo sempre.
Eccola qui (la dose è per circa 50 ciambelline, io ho dimezzato gli ingredienti ed usato 1 solo uovo e sono venuti benissimo):
250 gr di farina
120 gr di zucchero grezzo
1/2 bacca di semi di vaniglia
120 ml di latte
100 ml di panna
3 uova
2 cucchiai di olio di semi
8 gr di lievito in polvere

Mescola bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pastella senza grumi (io ho usato un mixer, ma potete farlo anche a mano usando una frusta): Nel frattempo, riscaldare la piastra e quando sarà pronta (in genere ci sono delle spie che indicano che la temperatura corretta è stata raggiunta), versare un cucchiaio colmo di per ciascuna delle sue cavità. Sonia, nella sua ricetta usa la sac a poche ed in effetti deve essere più pratico che non usare il cucchiaio! Dopo 2 miniti le ciambelline sono pronte, ma i tempi di cottura potrebbero variare tra una piastra e l’altra.
Una volta raffreddate, potrete decorale a vostro gusto.

0 thoughts

  1. Barbara Author

    Meravigliosi! Effettivamente qua sono piuttosto popolari! io li compro a volte ad una bakery, mi mette il cioccolato fuso sul momento…..mi fanno morire!
    Grazie mille per partecipare al contest! Baci

  2. alessia Author

    si può vedere com’è fatta la piastra? son troppo curiosa 🙂

    • @ Barbara: …che invidia!!! A forza di scrivere su Londra mi è venuta una voglia di tornare a farci un salto…chissà, forse a Settembre per il Food Blogger Connect, mi piacerebbe tantissimo. Tu ci andrai?
      @ Alessia: quella che ho usato io è ancora un prototipo che stavo testando per l’azienda per cui lavoro…hehehe, ho la fortuna di poter anche cucinare mentre lavoro ogni tanto!!! Ma spero tanto di poter realizzare questo prodotto e renderlo accessibile a tutti entro il prossimo anno…sto lavorando per voi ;-)))

  3. mile Author

    ma sai che per quanto io mi diverta a farle in casa le donuts (con l’apposita piastra, ovvio…e che, mi faccio mancare l’ennesima caccavella?!?!? 😀 ), non le ho mai mangiate quelle vere? 😀

    • Beh…onestamente quelle vere che ho mangiato a Londra me le ricordo un pò diverse da quelle che vengono con questa piastra.
      Sono due cose buone ma differenti: il vantaggio di farle in casa è che scegli tutti gli ingredienti, alla fine sono più “genuine”….quelle comprate da Dunkin Donuts…beh, difficile definirle così!!! Queste fatte in casa le darei anche al mio bambino per merenda, quelle comprate…forse no!

  4. due cuori e una padella Author

    Ciao, bellissima ricetta ! Se ti va passa a trovarci .. http://duecuorieunapadella.blogspot.it/ ..

    E se vuoi, unisciti ai lettori fissi 🙂
    Un bacione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.