Foodie Florence

Florence for foodies: tutte le foodie novità in città – parte 1a

Ogni anno nuovo porta qualche novità. Per un motivo o per l’altro, c’è sempre qualcosa di diverso: un vecchio oggetto da riscoprire, un’abitudine che abbiamo deciso di cambiare, oppure, anche solo un vestito nuovo che ci siamo comprate ai saldi! Ecco, quest’anno a Firenze di novità in campo di ristoranti o posti dove mangiare ce ne sono talmente tante che non ci sembra possibile di essere “solo” a inizio Febbraio. Soprattutto, non ci sembra possibile per una città che ha attraversato momenti davvero spenti e monotoni. Diciamo che il 2013 è finito con una buona dose di movimento per gli appassionati del settore, e che il primo mese dell’anno nuovo non è stato certamente da meno. Proviamo a fare una panoramica, di certo non esaustiva, una sorta di mini-guida per foodies dedicata a chi è fiorentino e si è perso qualcosa, ed a chi capita in città per svago o lavoro e cerca un posto giusto dove approdare.
Ealaty Firenze_4
A dicembre, non si parlava di altro. Ha monopolizzato le discussioni e le pagine dei quotidiani: tutti aspettavano che aprissero le porte di Eataly. Il giorno dell’inaugurazione, insieme agli onnipresenti Farinetti e Renzi, si narrano di code continue e resse per assaggiare le specialità locali. Io, ammetto di non averci ancora messo piede. Quando ci ho provato, ho sempre trovato una coda all’ingresso che mi ha fatto desistere; in altre occasioni, penso di aver beccato gli unici giorni di chiusura per ferie…evidentemente non era destino! Si è letto talmente tanto sul tema, che è come se ci fossi già stata…in genere commenti non troppo entusiasti, ma aspetto di toccare con mano per farmi una mia idea personale. Se volete passare a dare un occhio, è giusto a due passi da piazza Duomo, nella pedonale via Martelli, in un bel palazzo rinascimentale dove un tempo c’era la storica libreria Marzocco.Eataly Firenze_5
Negli stessi giorni, altro un altro brand prestigioso di luxury food si affacciava in città. Nel salotto buono di via della Vigna, direttamente dalla Ville Lumière, la Maison Ladurèe ha aperto la sua boutique monomarca. Un piccolo angolo color pistacchio dove trionfano variopinti macarons ed altre dolcezze. Certamente non accessibile per tutti, ma merita farci un salto anche solo per ammirare le deliziose confezioni di biscotti.Macarons Ladurèe FirenzeLadurée-Firenze
Avvicinandosi al Duomo, non mancate di assaggiare il gelato di Edoardo. Non è una novità degli ultimi mesi (ma lo è per me, visto che non avevo mai trovato il tempo di passarci prima!): ottimi gelati preparati in modo artigianale, con materie prime selezionate e tutto rigorosamente bio. Gusti che seguono gli ingredienti stagionali, ed anche al di fuori dal comune, come il Chianti Colli Fiorentini.Gelato EdoardoBio FIrenze
Gelateria bio Edoardo FirenzeGelato Chianti Edoardo Firenze
Gelateria Edoardo Forenze
Sempre nelle vicinanze, in via degli Alfani, ha aperto un piccolo angolo di Sicilia: arancini, cannoli, cassate ed altre specialità sono adesso di casa da Arà: è Sicilia. Vista la posizione strategica, è molto utile anche per un assaggio veloce o per un take-away proseguendo la visita del centro.
CB_8
Passando alla zona diladdarno, come comunemente si dice, ovvero negli storici quartieri a sud del fiume Arno, tra S.Niccolò e S.Frediano, la novità portata dall’anno nuovo è CIBI Bistrot, un posto che ci ha conquistato subito per la sua forte personalità. Ricavato da due vecchi laboratori di un fabbro-artista e di un panettiere, ha ricreato un ambiente molto accogliente e caldo dove si vede che nulla è lasciato al caso.
CIBIBitrot
A partire dall’arredamento, in stile vintage dove ogni pezzo è unico, fino alla cucina, dove i piatti offrono una proposta dei migliori ingredienti locali in chiave moderna e non banale. Molto ricca la carta dei vini, con produttori di qualità, affiancata anche da birre artigianali e distillati da meditazione. Nella vocazione del locale, vorrebbe proporsi come luogo dove si parla di cibo, dove si fanno degustazioni e presentazioni di prodotti di qualità e libri del settore. Se passate in zona, sicuramente merita una visita, anche solo per una bevuta al lungo bancone fatto di legno di barrique sormontato dalle lettere illuminate.
Cibi Firenze
Ma le novità non sono finite….vi lascio però un pò di suspense…nel prossimo post vi racconterò di cosa potete trovare nella zona di S.Croce e dei nuovi locali di etnic food da poco aperti in città!
Nel frattempo, se cercate una buona guida sui cibi locali, e sui ristoranti dove poter assaggiare la loro migliore interpretazione, è uscita da poco quella di FirenzeSpettacolo “Firenze&Toscana Golosa“, un valido aiuto per trovare il posto giusto per voi a Firenze e dintorni.

0 thoughts

  1. Gaia Author

    Anche io non ho ancora messo piede da Eataly, chissà se prima o poi ce la faccio!
    e grazie per tutte le altre dritte.. !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.