Portogallo

Bacalhau à Brás

Ammetto che la prima volta che mi è stato proposto questo piatto mi aspettavo un bel pezzo di baccalà cotto alla brace….niente di più lontano! Eravamo a Sintra, delizioso paesino non lontano da Lisbona, dove gli edifici hanno variopinte guglie, arroccato tra due montagne e diviso da una gola profonda e verdeggiante.
Siamo finiti per caso in un ristorante in un vicolo defilato del centro e lì ho scoperto cosa fosse il vero Bacalhau à Brás: una cosa semplicemente deliziosa, lo definirei una sorta di pasticcio di patate e baccalà. Anche se non rispondeva all’idea che mi ero fatta nella testa al momento dell’ordine, era così gustoso che ho finito per ordinare sempre quello per tutto il resto della vacanza!!

Vacanza organizzata all’ultimo momento, per questo ancora più apprezzata perchè scopri giorno per giorno le cose da fare, i luoghi da vedere e scoprire, senza quella preparazione fatta di guide, siti e blog che aiuta molto, ma alcune volte finisce anche per togliere un po’ di quella spontaneità necessaria. Quell’estate non era previsto un altro viaggio: eravamo già stati negli USA a Giugno, ma non siamo riusciti a stare fermi. La nostra squadra del cuore che giocava a fine agosto il preliminare di Champions a Lisbona…non sarebbe perfetto abbinare un giro al mare in Algarve? Ed eccoci in volo: Lisbona la conosciamo già, solo due giorni prima di rientrare in Italia per vedere la partita possono bastare. Per il resto, decidiamo di fare una prima tappa a Sintra, che non abbiamo mai visto. Il treno è comodissimo, dalla monumentale stazione del Rossio.

I paese si Sintra è carinissimo, sembra quasi di essere nel villaggio delle fate: vicoli tortuosi, edifici con guglie e torrette, i castelli ed edifici storici incastonati tra il verde delle montagne circostanti. E, non lontano, il mare: l’acqua è freddina per farci il bagno, ma le spiagge sono ampie e sabbiose e ben servite dai mezzi pubblici. In questo mese di consigli sulle vacanze, non potevo non parlare del mare del Portogallo, meta ideale per un viaggio che unisce relax e monumenti, tutto condito dai meravigliosi piatti locali. Primo fra tutti, l’immancabile bacalhau, cucinato in mille modi diversi, ma quello a la brás è senza dubbio il mio preferito.

La scorsa settimana ho provato a cucinarlo: è di una semplicità estrema, risolve la cena perchè è un piatto unico completo, ed anche Remì ne è rimasto molto soddisfatto…ha fatto il tris! Si prepara così:
1 filetto di baccalà già ammollato (oppure, ricordatevi di lasciarlo in acqua almeno per 24 ore prima di cucinarlo)
1 cipolla bianca
2 uova (oppure la pratica mousse di uova Eggy)
4 patate
olio, un goccio di latte, pepe, prezzemolo fresco, un bicchiere di vino bianco

Si tagliano a julienne le patate e si mettono a rosolare a fuoco vivo con abbondate olio (attenzione a girarle di tanto in tanto se no finirete per avere un rosti); nel frattempo affettare finemente la cipolla e quando le patate saranno un po’ croccantine, rimuovetele e mettete la cipolla nella stessa padella a rosolare, a fuoco lento. Quando inizierà a farsi trasparente, aggiungere il baccalà a pezzi e infine le patate: girate di tanto in tanto. Dopo 5 minuti, aggiungere anche le uova sbattute con un goccio di latte (oppure, la comodissima mousse già pronta Eggy) ed abbondante pepe: mescolare bene tutto. Deve diventare un pasticcio ben amalgamato. Per finire, spolverizzare con prezzemolo tritato; in Portogallo spesso viene servito con olive nere snocciolate, seguite il vostro gusto. Non uso sale perchè in genere il baccalà è già molto sapido: assaggiate prima di servire e, nel caso, aggiungetelo solo a fine cottura.

Leggi qui i miei consigli di viaggio a Sintra.

0 thoughts

  1. Daiane Author

    hi nice post, i have to comment to say your website is awesome, i’m glad i found your blog.http://www.casaemail.com.br

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.