Dolci

Torta di fichi con impasto morbido e soffice

Torta di fichi

Prove in cucina: quando hai in mente un obiettivo, cerchi una consistenza, una morbidezza. Provi, riprovi, ritenti ancora ed ancora, finché non sei soddisfatta. Ecco, adesso ho trovato la giusta combinazione di ingredienti per la torta di fichi, proprio come piace a me: con una base soffice e morbida, non come la classica schiacciata più rustica, ma più raffinata e vicino ad un dolce di pasticceria. Questa ricetta è liberamente ispirata dal Pan co’ Fichi dell’amica blogger Stefania Storai: sono partita dalla sua apportando alcune modifiche fino ad arrivare alla consistenza per me ottimale.
Dopo le crostatine ai fichi e la schiacciata in versione classica, aggiungiamo anche questa alla nostra collezione di ricette con i fichi di fine estate!
Torta di fichi freschiCome per tutti gli impasti lievitati, dobbiamo iniziare con un pò di anticipo e dobbiamo anche considerare il tempo di riposo e lievitazione necessario. Questa torta di fichi si prepara in questo modo:
220 gr di farina (io ho unito 150gr. di 00 con 50 gr. di manitoba e 20 gr. di integrale)
10 gr di lievito madre biologico essiccato Molino Rossetto (io preferisco usare questo lievito per il dolci classici perchè combina lievito di birra secco a lievito madre con un buon risultato finale)
80 gr acqua
80 gr latte intero biologico
30 gr zucchero integrale di canna
un cucchiaio di olio di semi di girasole
un pizzico di sale
un cucchiaio di olio extra vergine
un rametto di rosmarino
fichi neri, quelli dalla buccia viola, circa 25/30
zucchero di canna grezzo
mandorle

Impastate gli ingredienti, sciogliendo prima il lievito nell’acqua; potete iniziare a lavorarli nella planteria, ma poi dovrete continuare a mano finché l’impasto non risulti liscio. Deve risultare abbastanza morbido, se la farina avesse assorbito tutto il liquido, aggiungete a piccole dosi altro late. Piegatelo più volte su se stesso e poi lasciatelo riposare per una prima lievitazione almeno una mezz’ora (consiglio dentro al forno spento con la luce accesa ed un bicchiere di acqua per mantenere l’umidità). Mettete l’olio extra vergine in un pentolino a fuoco basso e lasciatelo in saporire con un ciuffetto di rosmarino tritato finemente; lasciate raffreddare. Passata la mezz’ora di lievitazione, riprendere l’impasto, lavoratelo con l’olio aromatizzato e pirlate bene la pasta prima di rimettetela a lievitare per almeno 4/5 ore, sempre in un luogo riparato. Ancora qualche ora e la vostra torta di fichi sarà pronta per essere infornata!
Torta di fichi
Trascorso questo tempo, possiamo iniziare a stendere la pasta: dividetela in due parti (una leggermente più piccola) e stendetela della forma della vostra teglia. Disponete la prima base, sopra la quale andrete a sistemare in modo il più omogeneo possibile i fichi tagliati a spicchi. Cospargete la superficie della torta di fichi con zucchero di canna e mandorle tritate grossolanamente. Stendete quindi la pasta per il coperchio, che andrete a posizionare sopra il primo strato; chiudere bene i bordi e ricoprire ancora con fichi a spicchi. Distribuite quindi sopra la torta di fichi lo zucchero di canna e, se preferite, anche qualche rametto di rosmarino.
A questo punto, lasciare lievitare ancora la torta di fichi (almeno un’ora e mezzo, meglio due) di modo che l’impasto possa gonfiare ancora. Infornate quindi la torta di fichi a 180° per circa mezz’ora; controllatela di frequente che la superficie non bruci!
E’ ottima leggermente tiepida e si mantiene soffice per un paio di giorni (se non la finite prima!)
Torta di fichi neri

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *