Eventi

Taste 2017: ancora più grande l’edizione giunta al numero 12

Ancora più grande, con 380 aziende che rappresentano il meglio dell’agroalimentare italiano, ancora più ricco di appuntamenti, sia fuori che dentro la Stazione Leopolda, casa ormai da 12 anni di Pitti Taste. Una settimana all’anno in cui Firenze si trasforma nella capitale del gusto, una settimana di eventi che travolgono la città (non sempre così spumeggiante), con un programma che ha quasi pareggiato quello delle cugine edizioni del Pitti consacrate alla moda. Cosa ci aspetterà in questa nuova edizione? Difficile concentrare tutto nel classico “il meglio di”, perché tutto è “meglio”, diciamo che abbiamo provato a fare una selezione di quello che più ci piacerebbe riuscire a seguire e vedere.

NWS_hipstercoffee
Novità all’interno della fiera

Più spazio ai produttori, dicevamo: + 12% rispetto all’anno scorso, che troveranno posto alla fine del consueto percorso espositivo, dove eravamo abituati a trovare lo shop. Tranquilli, si potranno sempre acquistare i prodotti degli espositori, sono solo stati spostati in una struttura ad hoc nel bel piazzare antistante l’ingresso.
Il tema di quest’anno sarà il caffè, anzi l’hipster caffè, ovvero quella cultura emergente di cultori del buon caffè che lo vivono in modo creativo e contemporaneo. Particolare focus sull’azienda La Marzocco, toscana per tradizione, che quest’anno celebra i 90 anni di storia
Confermata la disposizione del percorso, che si snoda come sempre tra il TOUR, con i 370 espositori di nicchia, l’area TOOLS, con i brand di Food&Kitchen desing, lo SHOP, quest’anno spostato all’esterno, il RING e gli EVENTS, nel Teatro dell’Opera, dove si alterneranno interessanti dibattiti ed una serie di eventi legati al mondo del caffè.

IMG_6209
Taste Ring

Tra i dibattiti, particolarmente interessanti quello di domenica mattina sulle “Intolleranze, allergie, celiachia” (che a noi sta particolarmente a cuore), quello che chiude il pomeriggio della domenica con il “Crepuscolo degli Chef” e che vedrà intervenire molti degli stellati toscani, per finire con la presentazione del lunedì mattina del libro di L.Romanelli sulla colazione, i “Racconti di risvegli e vite quotidiane”

IMG_6122Food Notes

Altra novità di questa edizione, sono le Food Notes, ovvero appunti di tendenze Taste, una raccolta dei produttori suddivisi per aree tematiche: “Sono buoni e fanno bene”, per i prodotti legati al benessere o alle intolleranze; “Sapori a rischio di estinzione”, che raggruppa aziende legate al recupero delle varietà perdute; “Bizzarrie da gourmet”, dedicato a prodotti speciali e creativi, da veri intenditori.

fuori-di-taste-2017-800x445Fuori di Taste

Qui iniziamo a perdere l’orientamento perché ogni anno il calendario è sempre più ricco e inizia a diventare impossibile seguire tutto. Ho provato a selezionare quelle cose che proprio vorrei non perdere, premesso che anche il restante programma è decisamente interessante.
Ad aprire le danze è La via del Tè, che nei suoi negozi in città propone oggi una degustazione di tè Early grey Imperiale con i cioccolatini Venchi ripieni di tè al bergamotto.
Giovedì 9, una cena originale che vede protagonista il giovane chef Andrea Perini insieme ad altri due colleghi della Val di Sieve: Sushi Nostrale, ovvero una reintrepretazione del piatto giapponese in chiave toscana.
16729006_10208916144243927_6236243808536049092_n
Venerdì 10, invece, si preannuncia elegante e giramondo, l’evento “La via delle Spezie” al Borro Tuscan Bistro: lo chef Andrea Campani interpreterà i prodotti Schianchi Ar-The (sali, pepi e spezie da tutto il mondo) con cocktail e tapas dalle ore 12:30, per finire con crudi e uova per l’ora dell’aperitivo.
Alle 20:30, all’elegante Caffè Florian Firenze, si terrà la RiSfida, un menù degustazione con due tipologie di riso affiancati da prodotti di eccellenza come il cioccolato de La Fonderia del Cacao, l’Aceto Balsamico del Duca, i peperoncini de La Piperita e le marmellate Pure Stagioni.
Per gli amanti del tartufo, alla Scuola di Cucina Cordon Bleu va in scena una vera e propria “caccia” del diamante del bosco in collaborazione con Savini Tartufi (dedicata sia a grandi che piccini).
Per tutto il giorno UB, concept store in via de’ Conti, si trasformerà in un Pop-Up Green Bar con piante “strane”, utili, dimenticate, radici, lieviti, funghi che nascono dal caffè. In collaborazione con Birrificio Baladin, Zazie e Vitamin Active.
Doppio appuntamento anche alla nuovissima Buonerìa, la pizzeria verace legata al nome di Starita Materdei ed appena aperta in città: nel pomeriggio si terrà il workshop sulla FoodPhotgraphy Clik4Food, e dalle 20:00 una cena degustazione “Gourmet per una sera”, con abbinamentiineditipizza&cocktails, protagoniste le pizze veraci ed originali drinks.
17103535_1847748088772881_7153028645236461786_n
Sabato 11 la scelta diventa ancora più difficile, tanta la varietà delle proposte. Tra tutte, ci pare siano particolarmente interessanti: la Pastrami Experience del Panino Tondo, ovvero la presentazione del panino al pastrami, vero simbolo dello street food newyorkese, realizzato in collaborazione con la Foodblogger Juls Kitchen.Sempre per rimanere in tema, c’è anche la “Street Food EVOlution” da Olivia, dove lo chef Matteo Gambi propone dalle 17:00 un arancino al polpo con farro monococco soffiato dell’Azienda Biologica Monna Giovannella e mayolivia. Sempre in San Frediano, nel nuovo Sottarno, i Fratelli Lunardi presentano dalle 18:00 il loro nuovo locale dove i prodotti del forno saranno i veri protagonisti a tutte le ore.

Per la categoria salumi, i prodotti del Falorni saranno protagonisti di un aperitivo speciale al Colle Bereto accompagnati dai vini della casa, mentre al Fusion Bar si potrà degustare un menù creato intorno all’Jamon Iberico Bellota dallo chef Brunel.
17190611_1823709701215583_5981573561962138593_n
Infine, domenica 12, si potrà scegliere tra un aperitivo da Obicà, con degustazione delle loro nuove pizzette integrali 100% con farina Molino Quaglia (presente all’evento), oppure provare l’insolito accostamento tra i germogli Koppert Cress e le birre Amarcord all’aperitivo da Gurdulù, accompagnati da uno speciale cocktail Cress&Beer. Cena speciale quella che ci sarà alle 20 presso l’Argenteria Pampaloni, dal titolo “Benvenuti in America”, in collaborazione con ‘Ino, vini Cecchi e Pianogrillo.
Colpo di coda lunedì 13, ultimo giorno effettivo della manifestazione, due eventi per chiudere degnamente in bellezza: dalle 17 alle 20 al Plaza Hotel Lucchesi i produttori biologici del Mugello presenteranno il progetto che li vede uniti in Associazione e faranno assaggiare i loro prodotti, mentre dalle 19 alle 23 presso Berberé si terrà l’Aperitivo Caciarone con pizza fritta, lampredotto e birre con un’ospite di eccezione, Giovanni Santarpia che proporrà l’accostamento tra la pizza fritta ed il cibo di strada per antonomasia a Firenze, il lampredotto.
santarpia-pizza-e60d5
Ce n’è per tutti i gusti, mi pare. Il problema sarà piuttosto seguirli tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *