Appunti sul cibo

Ristorante San Michele all’Arco: pranzo in fattoria in centro a Firenze

Fattoria San Michele a Torri

L’idea di un pranzo in fattoria sono convita sia un sogno per tutti: cibi genuini, sapori veri, piatti semplici come quelli che faceva la nonna. Quando tutto questo si può trovare in pieno centro a Firenze, diventa molto più che un sogno! Succede al Ristorante San Michele all’Arco, sotto l’arco di San Pierino, in zona Santa Croce. Qui si trova uno dei punti vendita della storica Fattoria di San Michele a Torri (sulla collina di Scandicci, poco lontano dalla città), che qui ha creato un ristorante dove tutto (o quasi) proviene dalle colline della tenuta: non solo il vino, ma anche la verdura, che è tutta biologica, i salumi e gran parte degli altri ingredienti della cucina. Quando non sono della fattoria, sono per lo più a Km0 e bio, con un’unica eccezione: la carne che è tutta chianina e che per arrivare qui fa qualche chilometro in più (ma ne vale la pena!).
San Michele all'Arco Firenze
L’altro giorno mi sono fermata per pranzo con un amico. Prima sorpresa, per me positiva: trovare la frittata in menù. E’ ormai rarissimo poter mangiare questo piatto, tanto buono, quanto semplice, in un ristorante. Ed è un peccato perché, specialmente per pranzo, io la trovo una soluzione ottima, anche per il portafoglio. Eppure, farla buona non è così sottinteso: deve essere soffice, non unta, le verdure devono essere in giusta quantità (né troppe, né troppo poche), e soprattuto le uova devono essere buone e fresche. Ma in questo caso, sono quelle delle galline ovaiole della fattoria.
Frittata ai carciofi San Michele all'Arco Firenze
La mia scelta è stata quindi facile, ma non ho saputo resistere ad assaggiare un antipasto toscano, quello tipicamente composto dai crostini con i fegatini e il prosciutto casalingo. L’impasto dei crostini è rustico, tagliato al coltello e delicato nel gusto, mentre il prosciutto è fatto con i maiali di cinta dell’allevamento della tenuta, lavorato da Luca Magazzini, norcino della Fattoria e stagionato 24 mesi.
Antipasto San Michele all'Arco Firenze
Io ho saltato il primo, ma ho assaggiato quello del amico: le pappardelle alle fave e pecorino, fatte fresche nel loro pastificio artigianale in via dei Rustici, utilizzando solo semola di grano duro biologica e lavorata con le antiche macchine della fattoria restaurate.
Pappardelle fave e pecorino San Michele all'Arco Firenze
Ho preferito assaggiare la tartare di chianina, ed è stata un’ottima scelta: ben aromatizzata la carne e servita con fettine di pane caldo (io non amo il tuorlo a crudo, ma devo dire che essendo freschissimo nel complesso ci stava molto bene).
Tartare di Chianina San Michele all'Arco Firenze
Per concludere, una torta di mele tiepida con crema classica: un dolce tradizionale, fatto veramente come quello della nonna. Tutti i dolci sono fatti in casa, come la torta cioccolato e pere, oppure i loro cantuccini alle mandorle.
Torta di mele San Michele all'arco Firenze
torte San Michele all'Arco Firenze
Cantuccini San Michele all'Arco Firenze
I vini sono ovviamente quelli della fattoria e si possono assaggiare anche al bicchiere. Così siamo partiti con un Chicchirossi, Colli della Toscana IGT, aromatico e leggero, per proseguire con il San Giovanni Novantasette, Chianti Colli Fiorentini DOCG, 100% Sangiovese, più strutturato e complesso, per finire con un vero Vin Santo.

Una bella scoperta San Michele all’Arco. Piatti semplici e tradizionali, per una volta la sicurezza di non dover temere l’estro dello chef. Buoni ingredienti semplici e ricette casalinghe. Confortante sapere che ci sono ancora posti così, sempre più rari ultimamente.
Per onestà, devo dire che ho trovato alcune cose, secondo me, facilmente migliorabili: l’atmosfera della sala non rende giustizia alla schiettezza della cucina. Lo spazio all’esterno con i tavolini di ferro è secondo me più di atmosfera rispetto all’interno. E la presentazione dei piatti, non per tutti, ma per alcuni, un pò confusa. Meglio alle volte la semplicità, tanto più che in questo rispecchia uno stile di cucina che è il suo plus principale.

La Fattoria di San Michele a Torri sulle colline di Scandicci è aperta al pubblico tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00 (domenica mattina solo su prenotazione). Si possono acquistare i loro prodotti o fare una visita. In centro a Firenze c’è anche un punto vendita per acquistare i loro prodotti a Km0, in Via dell’Agnolo 101, mentre il ristorante San Michele all’Arco di trova proprio sotto l’arco di San Pierino. I coperti sono pochi, per cui nel fine settimana, sempre meglio prenotare.

2 thoughts

  1. Denya Author

    Ciao Chiara,
    Che meraviglia, bellissimo posto, voglio andarci anch’io!
    Hmmmm, la torta di mele looks delicous.
    Bacione,
    Denya

    • Chiara Brandi Author

      Si Denya ti consiglio di provarlo e poi fammi sapere come ti è sembrato 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *