Centro America

Messico: pillole di viaggio

I miei preferiti nella zona di Oaxaca, Messico Pacifico
Refrescos

1. Le spiagge di Zipolite e Mazunte, tra Puerto Angel e Puerto Escondido: una passeggiata lungo la riva, un tuffo tra la forza delle onde, un sonnellino su un’amaca tesa all’ombra di una palma…un paradiso indimenticabile
Playas Pacifico
2. Posada del Canion Devata a Puerto Angel: bungalow immersi nella giungla, un’esperienza unica addormentarsi tra i rumori della foresta ed iniziare la giornata con una colazione tutta fatta in casa seduti sotto la grande palapa. La terrazza sulla baia per le lezioni di joga è semplicemente fantastica

3. Il viaggio in compartido da Oaxaca a Puerto Angel: 6 ore di curve attraverso la sierra. Paesaggi, immagini e colori indimenticabili. Se riuscite a non sentirvi male sarà un’esperienza che rimarrà nella vostra memoria, sicuramente da fare.

4. Oaxaca: città coloniale elegante, molto viva e ottima come base per arrivare in aereo e visitare le zone circostanti, fino all’oceano. Ampia la scelta delle posadas e dei ristoranti. Da non perdere il grande mercato dei contadini: un tripudio di profumi e colori, con i prodotti delle terre circostanti e le vecchie signore che vendono le chapulines (cavallette fritte), una prelibatezza da queste parti. Non meno affascinante, il mercato delle donne indios, con i loro prodotti fatti a mano, che tutti i giorni all’imbrunire popola la piazza dietro l’ex Convento S.Domingo

5. Mezcal: nasce qui questo liquore che, come la tequila, si ottiene dalla pianta dell’agave. Nel fondo della bottiglia rimane il gusanito, lombrico che vive nella pianta del cactus e che, da tradizione, deve essere bevuto con l’ultimo bicchiere. Non si può non passare da una Casa del Mezcal per assaggiare qualche bicchierino…solo per chi regge bene l’alcol perchè ha una gradazione sui 40°!

I miei preferiti nello Yucatan

1. Isla Muheres: se atterrate a Cancun, può essere una tappa utile per riposarvi dal viaggio ed evitare la zona più turistica. Ci si arriva da Cancun con un traghetto e si ha l’impressione di attraccare un un’isola da cartolina: la playa Norte è una bella spiaggia circondata da palme sotto cui riposarsi all’ombra, mentre nel piccolo centro abitato, la vita scorre tranquilla e si gira in bicicletta. Un buon indirizzo per una colazione, un pranzo o per fermarsi a controllare la posta elettronica, è la Bagueteria Mañana: buoni i piatti, gustosi frullati con frutta fresca per colazione ed un ambiente cosmopolita dove trovare nuovi compagni di viaggio.

Playa_IslaM
2. Playa del Carmen
: tranquilla cittadina a metà strada tra Cancun e Tulum, molto viva la notte con una buona scelta di locali un po’ per tutti i gusti: dalle case della tequila sempre piene di americani che bevono senza fine, ai lounge-bar più raffinati. La spiaggia non è niente di incredibile ma è un luogo ideale per riposarsi un paio di giorni alla fine del viaggio.

3. Tulum: imperdibile tappa nello Yucatan. Le rovine maya non sono certo imponenti come altri siti della zona, ma il mare che fa da sfondo crea un’atmosfera davvero unica. Una passeggiata sulla profonda spiaggia di sabbia bianca è un ricordo che rimarrà nella memoria, così come un soggiorno in una cabañas, dove la notte si usano solo le candele, sarà un’esperienza unica. La scelta è ampia: dalle baracche di legno sulla sabbia che offrono solo un’amaca, ai resort 5 stelle con idromassaggio privato vista oceano. Noi abbiamo scelto una via di messo: Cabañas la Conchita. Da non perdere una cena al Ristorante Don Cafeto, direttamente sulla spiaggia: ottimi piatti locali, un ceviche buonissimo ed un chorizo fundido supertop.
Tulum foto

Queste sono le mie ricette messicane preferite:

Chorizo Fundido
Fajitas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *