Foodie Florence

Fulin, cucina cinese a Firenze

Un assaggio d’oriente nel cuore di Firenze. E’ Fulin, letteralmente “buon auspicio”, la nuova cucina cinese a Firenze, un luogo “dove i sapori e i saperi della millenaria cultura cinese si fondono con la modernità per offrire un’esperienza di gusto originale e raffinata.”
Non la cucina cinese a cui siamo ormai tristemente abituati: non troveremo in menù involtini primavera congelati e frutta caramellata, ma piatti gourmet della provincia di Pechino, adattati solo quel tanto che basta per poter permettere di usare ingredienti per lo più locali.
Ampia la scelta dei piatti in menù, da ordinare tutti insieme e condividere in tavola, così come avviene nei ristoranti della Repubblica Popolare. Tra i must del locale, i ravioli, preparati rigorosamente a mano dalla mamma di uno dei due soci cinesi, chiusi con tale perizia e precisione da poter sembrare fatti a macchina.
involtini-di-riso-al-vapore involtini-a-vaporeravioli-cinesi-making-ofravioli-cinesi

Seguono in una ipotetica categoria di antipasti, gli involtini: di gamberi, di carne oppure vegetariani, sono un concentrato di gusto e croccantezza. Riso e spaghetti (sia all’uovo che di riso) sono ovviamente i protagonisti, con diverse varianti, sia saltati che in brodo, con o senza carne, oppure con pesce.
riso-saltatoinvoltini-di-gamberi-fritti
Infine, le carni: manzo, pollo, maiale, agnello (unico ingrediente in menù chiaramente non legato alla tradizione culinaria cinese), ed il pesce, cucinato in vario modo, dalla tempura fino alle varie salse piccanti.
E poi lei, l’anatra, la regina del locale, rigorosamente servita alla pechinese. La preparazione di questo piatto è lunga e laboriosa: in cucina iniziano in tarda mattinata la lavorazione per averle pronte alla sera, spennellandole con costanza e perizia per tutto il giorno.
maialino-marinato-alla-cantonesecappesante-in-salsa-cinese
Ottime anche le proposte delle verdure in accompagnamento ai secondi piatti. E per chiudere in dolcezza, i dessert, a base di frutta tropicale come la “Dolce Rugiada”, ricetta della tradizione cantonese a base di latte, mango e arancia.

verdure-orientali-in-salsa-di-ostrichebudino-mango-e-cocco
In cucina, tutto lo staff è cinese ed internazionale, a partire dai due chef “importati” direttamente da Pechino ed Hong Kong. La proprietà, invece, è italo-cinese: sono due giovani italiani con gli occhi a mandorla, Stefano e Francesco, la terza generazione di cinesi residenti di Prato, ad aver dato vita a questo progetto, con l’aiuto di Gianni Ugolini, fiorentinissimo fotografo di moda che ha creduto nel progetto e partecipa attivamente alle attività del locale.

Tutto è molto curato, dagli arredi della sala, all’offerta gastronomica, così da far vivere l’essenza della Cina attraverso i suoi sapori e dei suoi arredi tradizionali. Unica incursione occidentale: la carta dei vini, con etichette sia italiane che estere, volutamente selezionate esaltare i piatti e per combinare tradizione e modernità.
Oltre alle sale interne (dislocate su due piani), c’è anche una grande sala privata per cene ed eventi ed una bella terrazza con vista sulle colline del Piazzale. Oltre che per cena, è aperto anche per pranzo con delle soluzioni menù con poche portate, per un servizio più veloce ma anche più contenuto nel costo.
fulin-ristorante-cinese-a-firenze
Fulin
via Giampaolo Orsini 113r
50125 Firenze (FI)
tutti i giorni 12.30 – 15.00 / 19.30 – 23.30

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *